lunedì , 23 ottobre 2017

Home » Fase 2 del Progetto Zero Waste

Fase 2 del Progetto Zero Waste

LA RETE ZERO WASTEL’evoluzione del progetto Zero WasteZero Sprechi 100% solidarietà e ambiente

Il progetto Zero Waste promosso dal Cesvol di Perugia, nei primi due anni di vita ha contribuito a diffondere una cultura del consumo sostenibile.

Il progetto è nato in sinergia con alcune esperienze realizzate dalla Caritas di Città di Castello (Pg), dal Banco Alimentare dell’Umbria, dall’Associazione il Samaritano di Perugia e con il sostegno istituzionale della Regione Umbria, delle amministrazioni locali di Perugia e della Zona sociale 1 Città di Castello.

Zero Waste ha sperimentato inizialmente su due territori, Perugia e Città di Castello, un sistema di gestione per la raccolta e distribuzione di eccedenze alimentari, con l’obiettivo di creare un modello trasferibile in altre aree a vantaggio delle attività commerciali e della comunità.

Conclusa con successo questa prima fase, il progetto sta attraversando la seconda fase che ha preso il via ufficialmente con la firma del protocollo d’intesa tra Regione Umbria e il Centro Servizi per il Volontariato di Perugia per la promozione e la valorizzazione della rete di solidarietà sociale a supporto delle situazioni di disagio sociale.


REGIONE UMBRIAIL PROTOCOLLO D’INTESA NASCE PER:

garantire informazione, assistenza tecnica, formazione e animazione territoriale a tutte le iniziative che si propongono di fronteggiare la povertà sul fronte alimentare; sensibilizzare la cittadinanza ad un consumo sostenibile attraverso iniziative di informazione ed educazione finalizzate a diffondere una corretta cultura dell’alimentazione e adeguati stili di vita;  informare sulle iniziative e progetti esistenti nel territorio regionale che promuovono il recupero dei beni alimentari e di altri prodotti e che favoriscono la diffusione di una cultura del consumo sostenibile; individuare buone prassi e promuovere nuove progettualità a sostegno delle azioni attivate sul tema del contrasto alle situazioni di disagio sociale e di povertà, nonché sul recupero di beni a fni solidali.

Valorizzare e attivare reti di solidarietà tra istituzioni, enti non proft e aziende.

Favorire l’applicazione della metodologia e l’utilizzo degli strumenti messi a punto nell’ambito del progetto Zero Waste (marchio per le aziende, applicazione delle Linee Guida per una corretta gestione dell’attività di raccolta e distribuzione, formazione degli operatori volontari per la raccolta delle eccedenze, iniziative di promozione e di sensibilizzazione).

Il Cesvol di Perugia e lo staff di Zero Waste stanno offrendo assistenza tecnica e supporto alle associazioni del territorio per avviare il servizio di raccolta e distribuzione di beni invenduti e per promuovere la costituzione delle Rete locale di istituzioni, aziende e organizzazioni non profit.

SCARICA IL PROTOCOLLO D’INTESA FIRMATO DA REGIONE UMBRIA E CESVOL DI PERUGIA

scroll to top