domenica , 16 giugno 2019

Home » News Zero Sprechi » POVERTÀ ESTREME E MARGINALITÀ SOCIALI

POVERTÀ ESTREME E MARGINALITÀ SOCIALI

Le azioni messe in campo dai volontari della sezione provinciale di Perugia della Croce Rossa Italiana

indexPer rispondere a un’emergenza che diventa sempre più quotidiana, i volontari dei comitati di Perugia, Corciano e Deruta-Torgiano della Croce Rossa Italiana offrono sul territorio il servizio Povertà Estreme e Marginalità. Un progetto che ha come obiettivo il contrasto delle povertà e la programmazione di servizi e progetti di inclusione sociale rivolti alle fasce deboli della popolazione.

Responsabile del progetto nonché presidente della sezione provinciale di Perugia della Croce Rossa Italiana è la dottoressa Paola Fioroni. «Il contesto in cui operano i volontari – spiega Paola Fioroni – è quello della marginalità, condizione vissuta da quella parte di popolazione impossibilitata a costruire un percorso lavorativo e di autonomia economica, dagli anziani, dagli immigrati, dai portatori di patologie di vario genere». Rientrano nel progetto anche le nuove povertà che colpiscono le fasce di popolazione a basso reddito o che non hanno accesso a risorse economiche: donne senza lavoro, sole e con figli minorenni, persone che perdono il lavoro e con esso la casa per motivi di morosità nei pagamenti degli affitti.

La crescita di questi fenomeni porta interi nuclei familiari a rivolgersi alla CRI con una domanda di aiuto e accoglienza. «Situazioni che un tempo si collocavano in una dimensione di emergenza oggi rappresentano la quotidianità – spiega Paola Fioroni –».

Il progetto punta a censire le povertà emergenti e non emergenti presenti sulSOLIDARIETA' territorio di competenza dei tre comitati di Croce Rossa, distribuire viveri alle famiglie in difficoltà, censire i senza fissa dimora del territorio garantendo loro un primo soccorso sanitario e sociale per poi tentare di realizzare interventi di inclusione sociale.

L’organizzazione si avvale della collaborazione delle amministrazioni comunali. Preziosa è la collaborazione del singolo cittadino.
«La comunità perugina non è indifferente a queste problematiche – spiega Paola Fioroni – infatti spesso accade che ci vengano segnalate situazioni di emergenza da persone preoccupate per le condizioni di disagio vissute dai concittadini».

Altro strumento che permete alla CRI di Perugia di intervenire è lo sportello di ascolto, aperto ogni giovedì dalle 10 alle 12 nella sede della Croce Rossa di Sant’Andrea delle Fratte e dalle 15 alle 17.30 presso l’ufficio di cittadinanza di Perugia in via Campo di Marte per la concessione di contributi economici. Le unità mobili invece svolgono il servizio di assistenza ai senza fissa dimora il martedì dalle 18.30 alle 24 e il venerdì dalle 18.30 alle 24.

scroll to top